La rusumava

…Mi ricordo il mio papa’ : faceva il muratore e durane le estati della mia infanzia – etati caldissime – tornando dal lavoro, stanco, per aver passato sotto il sole l’intera giornata, faceva il bagno nel lavatoio pubblico che si trovava al di la’ della strada davanti ai campi da golf; poi ritornava nella nostra grande e fresca cucina e diceva: “sun strach, famm la rusumava”.

Quindi aiutata da mia mamma, con il frullino a mano mi mettevo all’ opera:

montavo a neve le chiare di tre uova
sbattevo con forza i rossi con tre cucchiai di zucchero, univo le due cose
alla fine mescolavo con un bel bicchiere di vino.

Mi ricordo ancora la soddisfazione che si leggeva sul viso del mio papa’ mentre sorseggiava questa freca e rigenerante “rusumava”.

Ingredienti:

Tre uova,tre cucchiai di zucchero, vino a piacere

Lucia Bianchi

La quagiada Lat e vin