Ricette locali

Una breve raccolta di semplici ricette del nostro territorio, raccontate da alcune luvinatesi in modo poetico:

La marenda

…era la merenda che la nonna Natalina preparava ai nipoti, tra i quali, altre alle nipoti milanesi, c’era il piccolo Gianca, riccio, biondo e allegro che interrompeva le sue scorribande solo quando sentiva il profumo della marenda provenire dalla cucina…     Ingredienti: latte, farina bianca,uova,lievito per dolci,sale, zucchero, zucchero a velo, olio e mele   …

La quagiada

…Quando ero bambina e abitavo ai Scarpelitt, mi ricordo che durante i temporali estivi, con la mia vicina di casa Angiulina, ci sedevamo sotto al portico a guardare i lampi che saettavano sopra i pioppi che costeggiano il campo di Golf e puntualmente il giorno dopo il temporale, il latte che avevamo in casa, non …

La rusumava

…Mi ricordo il mio papa’ : faceva il muratore e durane le estati della mia infanzia – etati caldissime – tornando dal lavoro, stanco, per aver passato sotto il sole l’intera giornata, faceva il bagno nel lavatoio pubblico che si trovava al di la’ della strada davanti ai campi da golf; poi ritornava nella nostra …

Lat e vin

…Ricordo mio padre Angiolino che dopo esser tornato dal lavoro notturno verso le sei del mattino andava a Selvapiana ad aiutare i contadini a tagliare il fieno. …Dopo una notte e una mattinata di lavoro, tornando a casa gustava molto volentieri “Latt e vin”. …Ancora oggi nella mia famiglia in estate godiamo dei piaceri di …

Mondeghini

  …ricetta fatta in economia con avanzi di carne e pane ed altri; ingredienti semplici che si trovavano sempre nelle cucine delle nostre nonne. Ingredienti : Carne cotta avanzata, pane raffermo bagnato nell’acqua, prezzemolo tritato, patata lessata e schiacciata, pane grattugiato, foglie di verza, noce moscata, burro e passato di pomodoro   Preparazione : Tritare …

Pancotto

…Era la pappa dei bambini, dei vecchi sdentati e dei malati. Era soprattutto il cibo della puerpera costretta a letto : 8 dì in lett e 8 dì inturna al lett. Si comperava dal fornaio la michetta di pane bianco, rafferma di alcuni giorni, si sminuzzava nel pentolino aggiungendovi acqua e burro. Il pancotto borbottava …

Cartoline luvinatesi